Ci sono anche le quote di maggioranza della “Liberty Lines” e la metà di quelle del “Trapani Calcio”, tra i beni per oltre dieci milioni di euro sequestrati a Vittorio Morace. Si tratta di un nuovo capitolo nell’inchiesta che il 19 maggio scorso aveva portato all’arresto del figlio Ettore e alla scoperta di un presunto sistema di corruzione che gli avrebbe permesso di ottenere, in monopolio, la gestione dei collegamenti con le isole minori.

A proposito dell'autore

La nostra Redazione pubblica i Comunicati Stampa e le varie Cartoline Digitali che arrivano ai nostri contatti, se vuoi anche tu pubblicare gli eventi che organizzi scrivi a info@radiomed.fm