“Isòla”
Il sesto disco di Lucina Lanzara uscirà il 2 maggio.
“Una voce che diventa il canto delle sirene”

Lucina Lanzara, cantautrice siciliana, sperimentatrice vocale, presenta il suo 6° disco.
Una voce, un sax, un basso a 7 corde e loops, non una parola. Atmosfere, paesaggi, Jazz,
new age, world music, è un disco che racconta. La voce è usata come uno strumento.
Musica per sognare, per amarsi appassionatamente. Prodotto con una campagna di
crowfunding, Isòla è l’evoluzione della colonna sonora del documentario su Salina Il Resto
dell’Anno di Michele Di Salle e Luca Papaleo, che ha fatto il giro del mondo ospite dei
maggiori festival, Shanghai, San Francisco, Parigi, Belgrado, Salina… Scritta e curata da
Lucina Lanzara, la sua voce rappresenta l’isola di Salina stessa.
Attenzione all’accento: non semplicemente isola, ma ISòla!
“Cerco da sempre il Suono. Ho esplorato le potenziali espressive e comunicative della
mia voce, ho attraversato coi miei dischi molte strade: quella tipicamente cantautorale
con De Mare e quella etno-sperimentale con Il Canto Del Sole – un concerto per la pace,
entrambi editi dalla RAI. Ho raccontato l’Alba che si innamora di un campo di grano, tra
jazz, new age e reading con VoXaS, poi sono stata interpellata dalla meraviglia del
Duomo di Monreale con l’oratorio moderno Mons Regalis per soli, coro, orchestra da
camera, strumenti etnici e 5 voci recitanti in italiano, latino, arabo, greco e siciliano. La
Casa Musicale Sonzogno nella persona di Piero Ostali ha creduto in me e ha prodotto,
distribuzione EGEA, con una cofanetto cd+dvd+libretto di 72 pagine. “Ma il disco?” era
la frase tipica alla fine di ogni concerto Lucina canta e racconta De Andrè, così
abbiamo registrato un live, candidato alle targhe Tenco, ospite al Premio De Andrè,
ottenendo più volte il Patrocinio della Fondazione De Andrè.
Isòla fremeva per uscire. Era nel cassetto da un po’. Ora “è nata” (Giorgio Maimome dice
che sia un disco “femmina”). Isòla parla senza dire parole. Le ho chieste a persone che
stimo particolarmente e di cui si potrà godere cercandole nel booklet del disco. Isòla
fremeva per uscire. Ed io sono felice di averla fatta nascere, mi auguro, per emozionare.

A proposito dell'autore

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.