Obbligare le banche a consentire l’apertura di un conto corrente a chiunque lo richiedesse e impedire loro la possibilità di recedere unilateralmente, andrebbe contro una serie di principi costituzionali, comunitari e di regole antiriciclaggio. Ne è convinto il direttore generale dell’Abi, Giovanni Sabatini, che ha espresso la posizione delle banche in merito a un disegno di legge sul rapporto di conto corrente, nel corso di un’audizione alla commissione Finanze e Tesoro del Senato.
abr/mrv/red

A proposito dell'autore

La nostra Redazione pubblica i Comunicati Stampa e le varie Cartoline Digitali che arrivano ai nostri contatti, se vuoi anche tu pubblicare gli eventi che organizzi scrivi a info@radiomed.fm